Angeli e demoni, chi è meglio?

- Google+
Share
Angeli e demoni, chi è meglio?

In tv, la felicità eterna non è un’ambizione concessa a molti. Non c’è posto per tutti nel lieto fine. La quiete è sovvertita spesso da complessi rapporti interpersonali in cui l’uno si ritrova a remare contro l’altro, lasciando unicamente al più forte e tenace la gioia della vittoria. Ogni sviluppo è mutuato da feroci rivalità senza delle quali le vite di decine di personaggi sarebbero più facili, ma anche meno interessanti. Provate a immaginare, infatti, cosa starebbe facendo ora Patrick Jane di The Mentalist se nessun serial killer l’avesse sfidato portandogli via l’affetto dei suoi cari. Oppure, in quale attività Lex Luthor avrebbe potuto impegnare il suo tempo se il figlio dei Kent fosse stato nient’altro che un banale adolescente di Smallville. Arriverete alla conclusione che sono proprio quei conflitti leggendari, interpretati da personaggi puntualmente carismatici, ad esservi rimasti nella testa meglio di qualunque altro romanzo servito a cena dal piccolo schermo. E in modo altrettanto inatteso, scoprirete che non sempre la vostra scelta di con chi schierarvi è stata quella più ovvia. Abbiamo pescato dal passato recente, ma anche dalla serialità attuale, alcune delle rivalità più coinvolgenti, e i volti indimenticabili dei loro protagonisti. Allo stesso tempo, abbiamo cercato di capire per ognuna chi ha avuto la meglio - coloro che si sono battuti per il bene, oppure quelli che hanno speso le loro energie per fare del male?

Betty Suarez vs. Wilhelmina Slater
(Ugly Betty)

Betty Suarez vs. Wilhelmina Slater (Ugly Betty)

Quando si hanno vent’anni e si fa il primo passo nel mondo degli adulti, si affronta la vita con grande spirito d’iniziativa, sicuri delle proprie capacità e dei propri traguardi. Betty sogna per lei un futuro come giornalista, ma il suo debutto nel mondo dell’editoria ha il sapore amaro della sconfitta quando realizza che molti adulti affollano già il mondo fuori dal suo, dove le apparenze valgono più di valori per lei importanti come l’onestà, la famiglia e l’amicizia. Per Betty, inesperta ragazza di umili origini, diventa difficile far arrivare le proprie idee, in modo particolare a uno dei suoi superiori, la perfida Wilhelmina Slater, la quale vede nella saggezza dell’ultima arrivata un potenziale ostacolo per la sua scalata alla gloria. Nella guerra tra bellezza esteriore e interiore, combattuta a suon di umiliazioni e scandali gettati in pasto alla stampa, Wilhelmina, una donna all’apparenza cinica, bugiarda, calcolatrice e opportunista, scopre che farsi degli amici non è facile come per i nemici, e che le sue ambizioni non avranno mai la meglio finché lotteranno da sole.

Raylan Givens vs. Mags Bennett
(Justified)

Raylan Givens vs. Mags Bennett (Justified)

Nella sua carriera di vice sceriffo, Raylan Givens ha visto molti nemici soccombere al suo grilletto facile, ma uno in particolare ha occupato un posto importante nel suo cuore, Mags Bennett. Certi eroi si portano sulle spalle i fardelli delle loro famiglie, ma Raylan, uomo coraggioso e scaltro, non ha fatto del suo meglio quando ha irrobustito la rivalità con il clan Bennett spezzando prima una gamba a Dickie, il figlio-scemo di Mags, e gettando poi in un pozzo Coover, l’altro figlio-scemo della matriarca di Harlan. E’ facile vincere quando si hanno le spalle coperte dalla legge, più difficile è assistere al disfacimento del proprio impero senza perdere il lume della ragione. Mags sembra resistere alla tentazione piuttosto bene. E’ glaciale e cauta, ma anche orribilmente violenta quando l’occasione lo richiede: negli affari e con i figli, che punisce con le martellate. La sua, in definitiva, è la maschera della dolce vecchietta affaticata dalla vita. In realtà un inganno bello e letale, esattamente come quel suo distillato che chiama “torta di mele”.

Peter Petrelli vs. Sylar
(Heroes)

Peter Petrelli vs. Sylar (Heroes)

Quello del supereroe è un mestiere difficile. Chiede di anteporre la vita degli altri e la salvezza del mondo ai propri bisogni, e non perché gli uni dipendono dall’altra. Peter interpreta questo ruolo alla perfezione, già da prima che scoprisse il suo potere. Il suo antagonista, Sylar, è l’opposto di lui. Non si cura degli altri ma solo di se stesso, apparentemente per ripicca, dopo aver trascorso un’esistenza vuota in cui gli altri non sembravano volersi curare di lui. Ma cosa accade quando un eroe allo sbaraglio, incapace di controllare il suo incredibile ed enorme potere, finisce con il diventare esso stesso la principale minaccia dell’umanità? Capita di confondersi, e provare simpatia per la persona “sbagliata”. Infatti, i problemi di Sylar non sono poi così diversi da quelli dell’eroe buono: situazione familiare difficile, poca autostima, incapacità di trovare il proprio posto nel mondo. Ciò rende il loro un rapporto in un certo senso simbiotico, come quando Peter salva Sylar dalla sua prigione, innescando in lui un processo di redenzione.

Will Schuester vs. Sue Sylvester
(Glee)

Will Schuester vs. Sue Sylvester (Glee)

Quella che si sta combattendo alla McKinley High è una guerra tra speranza e follia. Da una parte abbiamo il professor Will Schuester, il quale ripone negli studenti del suo corso di canto coreografatato i sogni mai realizzati di una vita vissuta nel grigiore. Dall’altra, troviamo la sua arcinemica Sue Sylvester, allenatrice delle cheerleader, pronta a tutto pur di non vedersi sottratte risorse e popolarità. Lo scontro si consuma tra insulti, ricatti e tranelli, lasciando sul campo più di qualche vittima, prima fra tutte la dignità. Ma nessuno sembra preoccuparsene. Nella sua inaccettabile scorrettezza, Sue appare come un personaggio irresistibilmente comico, al contrario di Will, il cui approccio con la vita, inclusa la sfida lanciata da Sue, è il più delle volte stonato come una campana. Escalation di coraggio o passi falsi dell’uno o dell’altra non sono sufficienti a ribaltare un risultato che, almeno per quanto riguarda la simpatia, è chiaramente favorevole alla donna col cannone. Ma siamo sicuri che anche questo non sia opera di una sua estorsione?

Emma Swan vs. Regina Mills
(C’era una volta)

Emma Swan vs. Regina Mills (C'era una volta)

Conoscere la figlia di Biancaneve. Neppure nei nostri sogni più incantevoli avremmo potuto essere così fortunati, tanto meno immaginare che Emma sia la sola in grado di salvare una tradizione secolare come i racconti della buonanotte da uno degli incantesimi più cattivi nella storia delle fiabe. Purtroppo, Emma non sa nulla del suo destino. E’ una giovane donna alla quale la vita ha riservato solo delusioni, come quella volta in cui fu costretta a dare in adozione il suo bambino perché incapace di crescerlo. Quello stesso bambino, ora, è tornato nella sua vita per schiarirle la mente. Lui le chiede di aiutarlo a fermare il male in persona, Regina, colei che sta muovendo i fili nel nuovo mondo delle favole. Difficile non odiare una strega, nonostante Regina sfati il mito della loro bruttezza. Ma il sindaco di Storybrooke ha sprecato la sua ultima carta buona quando ha ridotto in cenere il cuore di Graham, l’affascinante sceriffo della città che, oltre a innamorarsi di Emma, stava cominciando a ricordare troppi particolari della sua vita precedente.

Emily Thorne vs. Victoria Grayson
(Revenge)

Emily Thorne vs. Victoria Grayson (Revenge)

Due donne possono odiarsi in modo brutale ed essere altrettanto sensuali e intriganti, non solo per un uomo. Strappata dal suo defunto padre, punito per un crimine che non aveva commesso, Emily torna nell’alta società degli Hamptons, tra le stesse persone con le quali era cresciuta, fingendo di essere un’altra. Il suo fine è presto chiaro: vendicarsi con chi ha tradito la sua famiglia, distruggendole la vita. Il suo bersaglio è la stirpe dei Grayson - la principale responsabile indiretta della morte di suo padre - protetta dal velo materno di Victoria. Lei, considerata la regina degli Hamptons per via della sua enorme influenza sulle dinamiche della comunità, appare gentile e piena di grazia, ma cela un animo da vipera, sempre diffidente e subdola. Ma Emily, che non si lascia intimorire da niente e nessuno, è altrettanto abile e determinata a smascherare il suo avversario. La loro, per il momento, sembra una battaglia ad armi pari.

Lucas & Nathan Scott vs. Dan Scott
(One Tree Hill)

Lucas & Nathan Scott vs. Dan Scott (One Tree Hill)

Cosa può guastare il rapporto tra un padre e i suoi figli? La carenza d’affetto? Sicuramente. L’eccesso di attenzioni? Anche. Nel caso di Dan Scott, entrambe le cose, sebbene il suo rapporto con Lucas e Nathan sia degenerato nel momento in cui l’uomo ha deluso entrambi anteponendo il suo onore alla vita della seconda persona più importante per Lucas, suo zio Keith (ucciso da Dan in una delle scene più strazianti nella storia del piccolo schermo). Si dice che avere un nemico comune renda due nemici degli amici, quindi a Dan potrebbe andare il merito di aver rafforzato involontariamente il rapporto tra i due fratelli Scott. Tuttavia, questo non lo ha reso una persona meno odiosa, nonostante sia uno dei pochi cattivi tra quelli qui descritti ad aver cercato di fare ammenda... a un passo dalla morte. Per Lucas il meditabondo e per Nathan l’ambizioso romanticone Dan non rappresenta più una minaccia, ma nell’universo di Tree Hill questo non significa che il tempo in cui bisognava guardarsi le spalle sia passato.

Nucky Thompson vs. Jimmy Darmody
(Boardwalk Empire)

Nucky Thompson vs. Jimmy Darmody (Boardwalk Empire)

Molti rapporti costruttivi, come quello tra un mentore e il suo pupillo, possono trasformarsi in una rivalità di proporzioni gigantesche quando il ciclo della vita impone al leone più anziano di farsi da parte in favore delle nuove generazioni, non prima di aver ruggito un’ultima volta. Nucky ha visto sempre Jimmy come il figlio che non ha mai avuto. L’ha cresciuto e gli ha dato un lavoro. Poi qualcosa è cambiato. Il giovane Darmody ha capito di poter pretendere di più, anzi, è stato incoraggiato a pensarlo. Quello che fino a poco tempo prima era per lui un modello, si è trasformato in un nemico da abbattere in nome del dio denaro. Nucky sembrava sul punto di cedere, in fondo la fortuna e quella famiglia che aveva sempre desiderato non gli mancavano, ma il suo è stato un modo molto astuto per far abbassare la guardia al nemico, e infliggergli il colpo mortale. In verità, nella concitazione del momento, il tesoriere di Atlantic City non si è ben guardato dai veri nemici, e ha finito con il liberarsi dell’unica persona che si era preoccupato di salvargli la pelle. Un martire!

Clark Kent vs. Lex Luthor
(Smallville)

Clark Kent vs. Lex Luthor (Smallville)

Non esiste supereroe senza il suo alter ego cattivo. Quello di Superman è stato e sempre sarà nella sua decennale saga televisiva Lex Luthor. Arrivato sulla Terra a bordo di una misteriosa navicella aliena, Clark si è trasformato da un dono piovuto dal cielo per i Kent in un’ossessione per il suo amico e confidente Lex, ultimo erede di una pesate dinastia che gli imponeva di essere freddo e cosciente di fronte al tragico disfacimento della sua famiglia. Questo contribuì a renderlo un mostro, e un nemico sempre più pericoloso per Clark dopo che le loro vite si incrociarono il giorno in cui quest’ultimo salvò Lex da una situazione senza vie d’uscita. Mentre Clark, dotato di poteri straordinari e fuori da ogni umana comprensione, porta a compimento il suo destino, Lex escogita ogni strategia infida possibile per spiegare i numerosi misteri che circondano Smallville dal giorno della caduta dei meteoriti. E quella che era cominciata come un’amicizia, si trasforma in una battaglia senza esclusione di colpi quando i due scoprono di condividere più di una rivalità.

Jack Shephard vs. Sawyer
(Lost)

Jack Shephard vs. Sawyer (Lost)

Nel piano perverso di Dio per la salvezza delle anime perdute del volo 815, Jack rappresenta la moralità e Sawyer la tentazione. Il primo è quello che chiunque definirebbe un uomo con la testa sulle spalle: un chirurgo di grande talento, rispettoso verso le tradizioni della sua famiglia e il bene comune. Il secondo è un truffatore, un soggiogatore che si preoccupa più di se stesso che degli altri. Curiosamente, dopo la tragica vicenda che li ha condotti entrambi sull’isola del mistero, si è attivato in loro un processo che li ha portati lentamente a scambiarsi i ruoli, in parte per colpa di una donna. Da uomo di scienza qual era, Jack ha rinunciato alle sue convinzioni e al suo ruolo di leader, abbandonandosi a se stesso. Sawyer, sprezzante ed egoista, ha preso e preteso (anche con la forza) il posto di Jack alla guida del gruppo, imparando a non trascurare i bisogni di ognuno. A parità di fascino, la devozione del pubblico è andata verso la persona più autentica.

Qual è la vostra opinione sulle rivalità fin qui elencate? Concordate con i nostri punteggi, oppure nel processo delle cose vi siete trovati a tifare per qualcun altro? Inoltre, ci sono altri conflitti che vi hanno entusiasmato? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti, qui o sulla nostra pagina Facebook, dove abbiamo lanciato anche un sondaggio per eleggere quale di queste 10 storie di antagonismo ha appassionato di più.



Emanuele Manta
  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Lascia un Commento
Lascia un Commento