The Artist trionfa ai DGA Award

-
Share
The Artist trionfa ai DGA Award



Michel Hazanavicius
, il regista di The Artist, ha vinto l’Outstanding Achievement in Feature Film, un importante premio assegnatoli dalla Directors Guild of America, ovvero dai registi del cinema e della tv statunitense.

E’ forse la più alta onorificenza che potessi sperare” ha detto il regista francese, “amo i registi, stimo i registi e per questo motivo questo premio è un onore per me.

Hazanavicius ha poi aggiunto che il suo film è una lettera d’amore ad Hollywood e poi proseguito dicendo: “E’ strano mettere a confronto diversi film e dire qual è il migliore e sono molto felice di essere stato scelto.

E’ la prima volta che il DGA si trova ad assegnare un premio ad un film muto. Curiosamente questo premio è un affidabile indicatore di quello che avverrà agli Oscar. Solo sei volte dal 1948, anno in cui venne fondato il DGA Award, un vincitore del premio non ha poi ottenuto l’Oscar alla regia. L’ultimo caso risale al 2002 quando Rob Marshall vinse il DGA Award per Chicago ma a portarsi a casa la statuetta agli Oscar per la miglior regia fu Roman Polanski per Il pianista. The Artist ha quindi trionfato battendo Woody Allen che concorreva con il suo Midnight in Paris, David Fincher con Millennium – Uomini che odiano le donne, Alexander Payne con Paradiso amaro e Martin Scorsese con Hugo Cabret.

Nella corsa per l’assegnazione della statuetta agli Oscar, che verranno assegnati il 24 febbraio prossimo, Hazanavicius dovrà competere di nuovo con Allen, Payne e Scorsese, ma anche con Terrence Malick e il suo The Tree of Life.



Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento