Ivan Reitman vuole unire la vecchia e la nuova squadra di Ghostbusters

- Google+
358
Ivan Reitman vuole unire la vecchia e la nuova squadra di Ghostbusters

A differenza di Dan Aykroyd, che pochi giorni fa se l'è presa con il Ghostbusters al femminile accusando Paul Feig di aver speso troppo spingendo così la Sony a dire no al proseguimento del franchise (anche se poi lo Studio ha smentito, dicendo di non essere poi così avverso al regista e a un prossimo capitolo), Ivan Reitman preferisce sognare in grande e ipotizza una diffusione al livello mondiale degli Acchiappafantasmi e delle loro mirabili imprese. Lo ha dichiarato lui stesso nel corso di un'intervista, dicendo: "I film di Ghostbusters non devono necessariamente avere come ambientazione New York, possono svolgersi ovunque. Sarebbe davvero bello avere fantasmi coreani o cinesi. Ogni paese del mondo ha le sue tradizioni e le sue leggende spaventose. Sarebbe divertente avere una serie di gruppi locali di Acchiappafantasmi che facciano capo alla sede centrale di New York".

L'idea è piuttosto interessante perchè magari non esclude il coinvolgimento di altri paesi. Quanto ai cacciatori di demoni e spettri, Reitman - che del film con Melissa McCarthy e Kristen Wiig è stato produttore esecutivo - ha reso più volte manifesto il suo desiderio di vedere riunite la nuova e la vecchia squadra: "Una cosa che i fan volevano chiaramente, e che volevo anche io, era una qualche forma di legame fra i due mondi, era curioso che non ci fosse un collegamento, e si è parlato molto di questa cosa. Adesso voglio unirli".

Siamo perfettamente d'accordo con Ivan Reitman: vedere i vecchi personaggi insieme ai nuovi in un secondo reboot sarebbe fantastico, resta da vedere se gli attori originali alla fine acconsentirebbero a un ritorno in scena. Sappiamo per esempio che Bill Murray non ha nessuna intenzione di diventare ancora una volta Peter Venkman.



Carola Proto
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Lascia un Commento
Lascia un Commento